Fratelli tutti



Avviciniamoci al mistero del Natale col cuore aperto e la mente sveglia.

Stiamo vivendo un tempo in cui per le preoccupazioni e le difficoltà rischiamo di diventare indifferenti a ciò che accade intorno a noi.

Il Papa ci richiama, invece, ad una verità che è emersa in quella che Egli definisce la tempesta: tutti noi abbiamo sperimentato di essere accomunati dal fatto di essere uomini.

Per questo bisogna riconoscere che siamo tutti fratelli.

Ciascuno di noi oggi è posto di fronte alla scelta “di una vita dal sapore di Vangelo”.

Papa Francesco ci invita a creare una cultura diversa, che ci orienti a superare le inimicizie e a prenderci cura gli uni degli altri.

L’esempio è quello del samaritano.

Delle diverse persone che passano accanto all’uomo ferito e abbandonato lungo la strada solo uno si è fermato e si è preso cura di lui.

Non era un religioso, né un esperto di morale, ma un uomo di un’altra tribù che ha saputo prendersi cura di un altro uomo.

La domanda che ci viene posta è : con chi dei passanti ti identifichi?

La strada che Papa Francesco ci invita a percorrere è quella della riscoperta del valore della fraternità.

Ecco qui sopra il testo per la preghiera davanti al presepio:

Davanti al presepio 4
.pdf
Download PDF • 120KB


Ci ritroviamo ogni sera alle 19 davanti al presepio, nel rispetto delle opportune distanze, sul sagrato del Duomo per pregare e ascoltare alcuni spunti tratti dall'Enciclica "Fratelli tutti".





Per comunicare la tua presenza clicca qui





56 visualizzazioni
Iscriviti alla nostra mailing list!

- 2021 - Unità Pastorale Centro Storico – Pesaro. - CF 80004150415

  • Black Facebook Icon

in collaborazione con Giacomo Palombi