DOMUS 4 APRILE 2021

PASQUA DI RISURREZIONE

“Non abbiate paura!

Voi cercate Gesù Nazareno, il crocifisso.

È risorto, non è qui. Ecco il luogo dove l’avevano posto.”

( Mc. 16,6 )


MESSAGGIO PASQUALE DEL PARROCO

Carissime Famiglie, anche quest’anno, nonostante tutto quello che accade accanto a noi siamo guidati dall’Anno Liturgico a contemplare il Mistero della Pasqua, che, grazie all’esperienza di Cristo, ci dice di nuovo, con immutata forza, che l’amore e la vita sono più forti del male e della morte. Forse in maniera troppo ottimistica pensavamo che tutto sarebbe presto finito. Probabilmente non abbiamo neanche messo i presupposti perché tutto si risolvesse così: ma nulla ci può impedire ancora una volta di aprirci alla speranza che per noi è la molla della vita. Ci vuole proprio un’educazione alla Speranza.

E i pensieri che vi regalo non sono miei ma di chi in questi tempi è veramente, con il suo insegnamento, un maestro autentico, Papa Francesco. Ecco alcuni passi di una sua catechesi del settembre 2017, che forse qualcuno ricorda, parole che fanno bene anche oggi.


…Sii responsabile di questo mondo e della vita di ogni uomo. Pensa che ogni ingiustizia contro un povero è una ferita aperta, e sminuisce la tua stessa dignità. La vita non cessa con la tua esistenza, e in questo mondo verranno altre generazioni che succederanno alla nostra, e tante altre ancora. E ogni giorno domanda a Dio il dono del coraggio. Ricordati che Gesù ha vinto per noi la paura. Lui ha vinto la paura! La nostra nemica più infida non può nulla contro la fede. E quando ti troverai impaurito davanti a qualche difficoltà della vita, ricordati che tu non vivi solo per te stesso. Nel Battesimo la tua vita è già stata immersa nel mistero della Trinità e tu appartieni a Gesù. E se un giorno ti prendesse lo spavento, o tu pensassi che il male è troppo grande per essere sfidato, pensa semplicemente che Gesù vive in te. Ed è Lui che, attraverso di te, con la sua mitezza vuole sottomettere tutti i nemici dell’uomo: il peccato, l’odio, il crimine, la violenza; tutti nostri nemici.

Abbi sempre il coraggio della verità, però ricordati: non sei superiore a nessuno. Ricordati di questo: non sei superiore a nessuno. Se tu fossi rimasto anche l’ultimo a credere nella verità, non rifuggire per questo dalla compagnia degli uomini. Anche se tu vivessi nel silenzio di un eremo, porta nel cuore le sofferenze di ogni creatura. Sei cristiano; e nella preghiera tutto riconsegni a Dio.

E coltiva ideali. Vivi per qualcosa che supera l’uomo. E se un giorno questi ideali ti dovessero chiedere un conto salato da pagare, non smettere mai di portarli nel tuo cuore. La fedeltà ottiene tutto…

Se ti colpisce l’amarezza, credi fermamente in tutte le persone che ancora operano per il bene: nella loro umiltà c’è il seme di un mondo nuovo. Frequenta le persone che hanno custodito il cuore come quello di un bambino. Impara dalla meraviglia, coltiva lo stupore.

Vivi, ama, sogna, credi. E, con la grazia Dio, non disperare mai.



Buona Pasqua a tutti!

Don Stefano


VIVONO IN CRISTO

In questi giorni il Signore ha accolto nella sua Casa di luce e di pace SILDE COSTANTINI AMMAZZALORSO, MICHELE D’ ANNA e PIERO EMILIO LUNGAROTTI .

La nostra Comunità Cristiana si stringe con affetto, nella preghiera, ai loro familiari


LUNEDI DELL’ ANGELO


Secondo la consuetudine l’ orario delle Sante Messe, nelle nostre chiese, rimane quello festivo.




CELLULE DI EVANGELIZZAZIONE


Venerdì 9 aprile ( questa volta il secondo venerdì del mese a motivo della coincidenza con il Venerdì Santo) le cellule parrocchiali di evangelizzazione si ritrovano in Cattedrale, alle ore 18, 30, per la celebrazione dell’ Eucaristia.




PRIMA COMUNIONE


Domenica prossima, 11 aprile, alle ore 16:00, un gruppo di fanciulli della nostra Unità Pastorale parteciperà per la prima volta all’ Eucaristia. Li accompagniamo con l’ affetto e la preghiera.



52 visualizzazioni
Iscriviti alla nostra mailing list!

- 2021 - Unità Pastorale Centro Storico – Pesaro. - CF 80004150415

  • Black Facebook Icon

in collaborazione con Giacomo Palombi